Printer Friendly

Roberto Salsano. Pirandello. Scrittura e alterita.

Roberto Salsano. Pirandello. Scrittura e alterita. Firenze: Cesati, 2005.

Il libro di Roberto Salsano, diviso in quattro capitoli, individua e delinea con perizia critica e metodologica i vari momenti dello sviluppo letterario delle didascalie drammaturgiche nelle opere di Pirandello. Sin dalle prime pagine affiora l'ammirazione per lo scrittore agrigentino, "i cui contenuti narrativi di carattere esistenziale-simbolico, e il forte uso della poetica fanno in modo che la sua scrittura sa tutt'ora deli'opera messa in scena." Con un'indagine dettagliata sulle didascalie e i loro riflessi ideologici e culturali, Salsano affronta da una nuova angolatura i temi ricorrenti nell'opera di Pirandello: il dramma esistenziale, i dualismi, il problema d'identita e la loro apparizione nella produzione drammaturgica. Mette inoltre in evidenza la crisi del Naturalismo e i nuovi argomenti di cui si avvale la letteratura, ovvero i rapporti tra modernita e tradizione, la relativita della coscienza e dei giudizi sull'identita personale e il ribaltamento umoristico della realta apparente. In parallelo con i nuovi aspetti della modernita, si registra il dramma della solitudine e quindi l"oltre" riflesso nell'io. Le occorrenze dell"umorismo e dei grottesco, che affondano culturalmente le radici nel secolo precedente, si trasfondono e si rigenerano attraverso la rappresentazione dei personaggi inquieti e riflessivi, permettendo il disvelamento dei nodi sociali e lo smascheramento dell'ambiguita dei fatti quotidiani. Il comico e il ridicolo svaniscono ormai nel sentimento dei contrario e l'umorismo diventa grottesco per via della spettacolarita dell'insolito, dello strano e delI'eccentrico.

Nei primi due capitoli Salsano si sofferma con dovizia di particolari sulla natura della didascalia pirandelliana, posizionandola tra la narrativa e il teatro, creata quindi sul palcoscenico dove e quando l'attore comincia a dialogare, conferendo, con i propri sentimenti, una realta visiva ai personaggio. Pirandello, attento sempre alla forma e ai dettagli, da un eccezionale rilievo al dramma esistenziale della classe media. La sua ideologia e la sua cultura lo allontanano, quindi, dalla commedia borghese naturalista e verista, permettendogli di trasferire la sua opera verso nuovi orizzonti rappresentativi, capaci di riflettere la nuova identita dell'io creata dalla "maschera" o "doppio." Le sue didascalie contengono pertanto un dramma non solo di parole, ma di ombre e di fantasmi che si muovono sul palcoscenico. I "piccoli sbigottiti mascherati," tramite una scena reale e allo stesso tempo mentale, ci fanno assistere allo svolgimento di una commedia, del tutto diversa e dei tutto personale, basata su scelte linguistiche e su motivi simbolici. Il personaggio smarrito o malato che si guarda vivere e la presenza di uno specchio che crea un duplice modo di vedere "uno sguardo figurale e un altro rivolto all'oltre," confennano inoltre lo sdoppiamento dell'io da cui scaturisce il dramma esistenziale e il problema dell'identita. Perdi piu, la didascalia nelle opere pirandelliane diventa una ricerca artistica e intellettuale, da un lato perche dotata di un carattere indistinto in quanto linea di demarcazione tra personaggio e spettatore, dall'altro perche in termini epifanici la narrazione si evolve tramite l'io narrante. Le didascalie pirandelliane, secondo Salsano, impregnate delle caratteristiche psicologiche del personaggio, riflettono l'oscurita e l'angoscia, lo spavento e l'umilta, il pentimento e lo stupore o smarrimento, dando vita alla metafora dello spaesamento esistenziale. Le scelte linguistiche dell'Autore--con l'uso di avversative come "pero," "ma," e di locuzioni avverbiali come "in fondo" e condizionali come "se," "quasi"--non rappresentano che dei contrasti esistenti nel testo teatrale, li senso di meraviglia tra la memoria e il sogno e quelio della sorpresa scaturente dalle situazioni attraverso i gesti rivelatori degli stati d'animo--come il tremore delle mani, il singhiozzo, il grido e il silenzio--, proiettati fuori dal racconto e quindi dai palcoscenico, toccano la vita reale dell'uomo smarrito anche come emigrante deluso.

La particolarita dell'arte di Pirandello consiste nella sua abilita a inserire nelle didascalie i piu profondi sentimenti umani quali tratti distintivi della rappresentazione malinconica ed ironica della realta e, specificamente, dell'"impreveduto che e nella vita" e dell'"abisso che e nelle anime." Nelle opere di Pirandello, il riso--quello irrefrenabile, mescolato con rabbia, piacere e disperazione--rappresenta l'avvertimento dei contrario, prima di sfociare nel sentimento del contrario, mentre il lucido grottesco si fonda sul "rovesciamento e smarrimento sociale." Salsano trova il modo di ribadire utilmente pio volte l'importanza, nella produzione pirandelliana, del volto e della maschera, dell'"uomo inventato" e dei problemi di identita, della stranezza dei caso e della sostituzione di una realta a un'altra. E cio perche l'opera pirandelliana e pervasa di un senso di mistero, di un "oltre" che orienta la prospettiva teorica e letteraria verso "l'altro," abbandonando le certezze, ma ai tempo stesso abbracciando le possibilita metafisiche e mistiche. Partendo dai sentimento del contrario, l'"oltre" si pone in uno stato di ambiguita tra un misticismo religioso, la scrittura e l'immaginario. Il personaggio pirandelliano scopre la vanita del tutto alla luce di una verita improvvisa, rimanendo in uno stato "grottesco di un tragico inquinato dalla miseria e da una certa instabilita della routine borghese."

Il terzo e il quarto capitolo sono dedicati a uno studio in parte anche biografico su Pirandello, nonche ad una riflessione sulla sua collaborazione alie riviste abruzzesi, con uno spirito del tutto avulso da "ogni regionalismo, chiuso, separato." Salsano entra con perspicacia nel merito del problema esistenzialistico della dialettica essere-parere e del rapporto tra la questione dell'essere e la questione dell'identita dell'io che trovano un incontro-scontro nei ricordi e nella memoria del personaggio, ovvero nella realta esistenziale e rappresentativa dell'io.

Sottopone inoltre a un giudizio storico-critico il tema dell'identita personale e quello dell'inquietudine, abbinati entrambi al concetto dell'impossibilita della memoria a ricostruire la coscienza: tutti elementi costitutivi della struttura principale del dramma che sta alia base della crisi d'identita del personaggio pirandelliano.

Oltre a cio Salsano dimostra che la personalita umana, intellettuale e sociale di Pirandello influisce sulla peculiarita della sua arte. A tal fine esamina i documenti e le pratiche burocratiche riguardanti l'insegnamento dello scrittore agrigentino presso il Magistero di Roma, con particolare riferimento alle missive indirizzate ai responsabili dell'Istituto. Ne deriva una ricostruzione attendibile di un periodo particolare della vira dello scrittore, in virtu della quale si getta nuova luce sui suoi bisogni finanziari e i disastri familiari che ne acuiscono le capacita di scandagliare l'animo umano e penetrare nelle contraddizioni del reale, andando oltre le apparenze. L'attivita didattica, in aggiunta all'incomprensione mostrata dai colleghi nei suoi confronti e alla solitudine domestica, ha senz'altro influito sul suo carattere e sulla sua personalita complessa di uomo e di artista.

Lo sdoppiamento, il sentimento del contrario, il rapporto tra modernita e tradizione, lo sguardo rivolto alle produzioni realistico-impressionistiche, derivano dal continuo conflitto dell'autore con se stesso. Pirandello e perfettamente consapevole che il comi-cogrottesco nasce dal proprio tempo, cosi come dal proprio tempo scaturiscono la nuova percezione del mondo legata alla crisi della societa e della cultura postrisorgimentale e l'uomo disperso nella vanita e nella falsita dell'apparenza. Il sentimento del contrario di Pirandello e la sua espressione artistica ci mostrano un io espansivo e padrone del mondo, ma al tempo stesso tormentato. Nell'umorismo pirandelliano e notevole la stranezza delle situazioni, il rovesciamento della norma e il disagio dell'io.

L'intelligente e illuminante studio di Salsano conferma che proprio con la poetica umorisitca e grottesca di Pirandello prende il via un tipo di ritratto del personaggio che non ha pitu nulla ache fare con la tradizione iconografica classica. Il protagonista spaesato e distaccato dalla vita, in giro per paesi e luoghi nuovi, bruscamente trattato sia dai ricordi che dali'ambiente, inizia il suo racconto in uno spazio interiore e in quello naturale, dando l'avvio ad una letteratura che supera le barriere del Verismo. Il romanzo psicologico in Pirandello trova infatti "il senso dell'assoluta deriva esistenziale e conoscitiva di un'avventura psichica invano ridotta a logica, e l'ondivagare fra un tragitto metafisico verso l'al di la e la sua replica come spostamento psichico in zone notturue."

ZIBA FALLAH-AHMADIAN

University of Toronto
COPYRIGHT 2007 American Association of Teachers of Italian
No portion of this article can be reproduced without the express written permission from the copyright holder.
Copyright 2007 Gale, Cengage Learning. All rights reserved.

Article Details
Printer friendly Cite/link Email Feedback
Author:Fallah-Ahmadian, Ziba
Publication:Italica
Article Type:Book review
Date:Dec 22, 2007
Words:1295
Previous Article:Giovanni Sagredo. L'Arcadia in Brenta.
Next Article:Luca Somigli e Mario Moroni, a cura di. Italian Modernism.
Topics:


Related Articles
Massimo Lollini. Il vuoto della forma. Scrittura, testimonianza e verita.
Francois Orsini. Pirandello e l'Europa.
Franco Zangrilli. Il bestiario di Pirandello.
Roberto Salsano. L'immagine e la smorfia. Rosso di San Secondo e dintorni.
Franco Zangrilli. Pirandello nell'America latina.
Intrecci mediterranei. La testimonianza di Vincenzo Consolo, moderno Odisseo.
Authorial echoes; textuality and self-plagiarism in the narrative of Luigi Pirandello.
Cristina Bracchi, ed. L'alterita nella parola. Storia e scrittura di donne nel Piemonte di epoca moderna.

Terms of use | Privacy policy | Copyright © 2020 Farlex, Inc. | Feedback | For webmasters