Printer Friendly

Paola Nastri e Francesca Cadel. Pinocchio. Storia di un burattino.

Paola Nastri e Francesca Cadel. Pinocchio. Storia di un burattino. New York: Edizioni Farinelli, 2013.

Carlo Collodi, alias Carlo Lorenzini, creatore del leggendario burattino e autore del testo Le avventure di Pinocchio, non solo sarebbe orgoglioso della pubblicazione del testo di Paola Nastri e Francesca Cadel ma sarebbe profondamente loro grato per aver messo a buon uso il suo scritto. Quando la prima edizione del libro di Collodi usci nel 1883, era da poco avvenuta l'unificazione d'Italia (1861). Tale unificazione, intesa inizialmente geograficamente, doveva essere seguita anche dall'unione del popolo italiano al quale si voleva insegnare ad apprezzare valori come ubbidienza, sacrificio, lavoro e l'importanza dell'istruzione, strumento fondamentale per la creazione di una nuova nazione e una nuova societa. Pinocchio. Storia di un burattino, anche se a distanza di tempo, esaudisce il desiderio di Collodi perche utilizza il suo testo per promuovere la lingua, la cultura e la storia d'Italia.

Questo testo scolastico, rivolto agli studenti di livello intermedio e avanzato delle universita e delle scuole superiori, come viene messo in evidenza dalle stesse autrici nell'introduzione, offre la possibilita di apprendere la lingua italiana mentre la arricchisce di sfumature culturali e storiche.

Pinocchio. Storia di un burattino e organizzato in 14 unita, suddivise a sua volta in blocchi di 4 e 5 unita alle quali si aggiunge sempre una sezione dedicata alla cultura.

Nella prefazione, autografata da Rebecca West, si evidenziano la straordinaria ed eterna figura di Pinocchio e la sua storia che hanno nel tempo ispirato il cinema e hanno arricchito il mondo fantasioso dei bambini. Pur non facendo menzione del valore didattico del testo, nella prefazione si mettono in risalto le qualita pedagogiche delle avventure del famoso burattino. Proprio queste qualita sono impiegate da Nastri e Cadel per far riflettere gli studenti sui temi importanti della vita e per apprendere allo stesso tempo la lingua italiana, attraverso un crescendo di difficolta grammaticali e lessicali. Sebbene la lettura del testo di Collodi sia talvolta difficile per lo studente, le note esplicative e le traduzioni dei vocaboli inusuali ne semplificano la sua interpretazione.

Le unita divise in "prima di leggere--testo originale (con note in inglese)--dopo aver letto: esercizi di grammatica e attivita di ricerca riflessione grammaticale e linguistica--riflessione sulle unita e letture culturali", tutte ugualmente ricche di esercizi di espansione grammaticale, culturale e personale, conducono lo studente verso l'acquisizione della lingua straniera in modo lineare e costruttivo. Il buon utilizzo del vocabolario e le belle illustrazioni eseguite da Tandem che arricchiscono questo testo rendono lo studio dell'italiano interessante e stimolante. Le svariate possibilita di collegamento alla cultura italiana e le molteplici associazioni alle esperienze personali degli studenti permettono di conoscere un mondo linguistico nuovo e allettante. Imparare l'italiano seguendo le avventure di un burattino diventa interessante e stimola la curiosita dello studente perche lo aiuta a scoprire nell'universo della fiaba i valori rilevanti della vita e gli chiede di elaborarli e collegarli all'arte, alla societa, alla storia. 11 ruolo degli animali nelle fiabe (83), il mondo delle favole e la fotografia (128), i vizi capitali e la stoltezza negli affreschi di Giotto (146), il benessere e come viene rappresentato nell'arte (244) e le metamorfosi (307) sono solo alcuni dei temi trattati in Pinocchio. Storia di un burattino, un testo dai contenuti nuovi che intende rinnovare il metodo di apprendimento della lingua italiana e chiede agli studenti e agli insegnanti una collaborazione nuova e diversa intesa a raggiungere lo scopo comunicativo previsto per questo testo.

DANIELA BISELLO ANTONUCCI

Princeton University
COPYRIGHT 2015 American Association of Teachers of Italian
No portion of this article can be reproduced without the express written permission from the copyright holder.
Copyright 2015 Gale, Cengage Learning. All rights reserved.

Article Details
Printer friendly Cite/link Email Feedback
Author:Antonucci, Daniela Bisello
Publication:Italica
Article Type:Book review
Date:Sep 22, 2015
Words:580
Previous Article:Ruth Glynn. Women, Terrorism, and Trauma in Italian Culture.
Next Article:From the editor.
Topics:

Terms of use | Privacy policy | Copyright © 2019 Farlex, Inc. | Feedback | For webmasters