Printer Friendly

Angelo Chiuchiu, Giuseppe Asciak Pace, e Marion Asciak Pace. Ambienti. Percorsi letterari del `900 italiano.

Assisi: ALIA Edizioni, 2001 (accompagnato da un CD).

Sebbene non sia pacifica la questione del canone letterario (cioe la lista definitiva delle opere letterarie rappresentative di una cultura), e sebbene non sia concluso neanche il dibattito che coinvolge il ruolo della letteratura nei corsi di lingua straniera, e ovvio che lo studio dei lavori letterari aggiunge all'apprendimento linguistico aspetti altrimenti difficilmente raggiungibili (si veda, per es., Sheryl James, "Gatekeepers of Literature: Student Perceptions of Native Readers of French Literature," NECTFL Review 50 [2002]: 15-24). Da questa prospettiva, l'agile volumetto Ambienti affronta le due polemiche offrendo una proposta concreta, seria e originale.

Nella "Prefazione" al libro (7-12), Renzo Pavese, oltre a descrivere brevemente ogni brano letterario scelto dagli autori, spiega l'intento centrale del lavoro: "gli autori hanno cercato un punto d'intesa, o di passaggio, tra il linguaggio letterario e quello per cosi dire pratico, al fine di cogliere e trasmettere sensazioni, atmosfere, colori di paesaggio e d'anima italiani utili per lo straniero, e non solo" (7).

Il libro contiene 11 capitoli, ognuno incentrato su uno scrittore, di cui viene scelto un brano da un romanzo o una poesia da una raccolta. I brani scelti evidenziano stili diversi, svariati punti di vista, prospettive multiformi del paesaggio, della vita e delle condizioni dei personaggi. I letterati rappresentati sono i seguenti (tra parentesi appare il lavoro da cui sono tratti i brani): Natalia Ginzburg (Casa al mare), Guido Piovene (Viaggio in Italia), Umberto Saba (Trieste e una donna), Giuseppe Tomasi di Lampedusa (Il gattopardo), Giuseppe Marotta (L' oro di Napoli), Ignazio Silone (Fontamara), Giorgio Caproni (Congedo del viaggiatore cerimonioso & altre prosopopee), Luigi Pirandello (Il fu Mattia Pascal), Giorgio Bassani (L'airone), Carlo Emilio Gadda (La cognizione del dolore), e Dino Campana (Canti orfici).

I brani selezionati sono abbastanza brevi, ma hanno tutti un significato compiuto, comprensibile anche al di fuori del contesto dell'intera opera. Ogni brano e corredato di note lessicali a pie' di pagina che spiegano, usando l'italiano moderno, il significato di un termine poetico, poco usato o di difficile comprensione. Le righe dei brani sono numerate a incrementi di 5.

Ogni brano e seguito da una batteria di esercizi che coprono una gamma di scopi pedagogici: testuali, lessicali, sintattici, morfologici, di punteggiatura, ecc. Ci sono esercizi di comprensione del brano; questi non hanno mai la solita forma delle domande sul contenuto, ma si manifestano attraverso attivita piu interessanti, per es., Vero o falso o non si sa?, Dalle quattro alternative, scegli quelle giuste; oppure si chiede ai discenti di mettere in ordine le azioni raccontate nel brano, suggerite nell'ordine sbagliato. Gli esercizi di tipo lessicale chiedono, per es., di trovare nel testo parole o frasi che hanno il significato delle parole o delle espressioni date; di combinare i modi di dire (stampari in una colonna a sinistra) con i relativi significati (offerti nella colonna a destra); o di indicare con quale significato (trai tre elencati) sono usate le parole date nel brano letto, ecc. L'abilita sintattica viene testata chiedendo agli studenti di ricercare nel testo i verbi al gemndio presente e di trasformarli dalla forma implicita a quella esplicita. La conoscenza morfologica viene richiesta da esercizi tipo Nel brano seguente, tratto dalla stessa opera, sono inseriti alcuni errori. Correggili; oppure Da questo brano, tratto dallo stesso romanzo sono stati omessi gli articoli determinativi ed indeterminativi. Inseriscili negli spazi vuoti, o il discente viene invitato a spiegare a chi o a che cosa fanno riferimento i pronomi diretti o indiretti sottolineati nelle frasi tratte dal brano letterario. Altri esercizi comprendono l'abilita di riconoscere frasi e periodi (per es., Nel brano seguente tratto dallo stesso libro, sono stati tolti tutti i segni d'interpunzione. Riempi i quadratini con i segni adatti, inserendo le maiuscole all' occorrenza). Gli esercizi di tipo testuale si basano su spunti per la produzione orale o scritta, che invitano gli studenti a elaborare i temi trattati nel brano letterario o a fare dei paragoni. Ogni capitolo si chiude con alcune pagine dedicate al tema "Oltre il brano" che offre ai discenti varie informazioni linguistiche e culturali. Eccone solo alcuni esempi: nel cap. I, c'e una discussione e una spiegazione dei sinonimi delle parole usate in edilizia, per es., andito, androne, atrio, anticamera, ecc.; nel cap. II, viene descritto il "Calendimaggio ad Assisi" e viene trascritto l'antico inno comunale di Assisi (la lirica e lo spartito); nel cap. IV viene offerto "Il decalogo del mittente bene educato" (tratto da C. Marchi, Impariamo l'italiano, Milano: Rizzoli, 1984: 164-66) in cui, tra l'altro, si descrive l'uso delle parole caro, gentile, egregio, signore, ecc., nella comunicazione epistolare; e nel cap. XI, viene descritto, spiegato brevemente e trascritto per intero il "Cantico di frate Sole" di San Francesco d'Assisi.

Il volume si chiude son le Chiavi agli esercizi (166-77) e con una Bibliografia (178) in cui vengono elencate le edizioni dei lavori letterari e altri lavori usati.

Ambienti e accompagnato da un CD su cui e stata registrata la lettura di tutti i brani che si trovano nel libro, con alcuni materiali tratti dalla parte intitolata "Oltre il brano," che include, per es., la lettura del "Cantico di frate Sole." I brani sono letti da Marco Brancato, attore operoso, diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte drammatica. La registrazione e chiarissima, la lettura ha una velocita normale, e offre una interpretazione straordinaria dei brani.

Dato che le pubblicazioni pedagogiche di qualita per quanto riguarda l'italiano di livello superiore sono pochissime, Ambienti deve essere annoverato tra quei lavori che provvedono a riempire questa lacuna. Oltre a offrire una antologia di brani letterari di autori considerati "classici," il lavoro di Chiuchiu e dei Pace invita sia l'insegnante che il discente a rallentare sapientemente la corsa pazza alla competenza comunicativa: cosi facendo, il coinvolgimento cognitivo e assicurato dalla analisi dettagliata dei contenuti dei brani e dallo studio approfondito della forma linguistica di ciascuno di essi. L'originalita del corredo pedagogico risiede nella varieta e nelle innovazioni del materiale linguistico che il discente deve maneggiare. Chiunque si trovi a insegnare o a apprendere l'italiano a livello superiore, trovera Ambienti utilissimo.
JANA VIZMULLER-ZOCCO
York University
COPYRIGHT 2002 American Association of Teachers of Italian
No portion of this article can be reproduced without the express written permission from the copyright holder.
Copyright 2002 Gale, Cengage Learning. All rights reserved.

Article Details
Printer friendly Cite/link Email Feedback
Author:Vizmuller-Zocco, Jana
Publication:Italica
Article Type:Book Review
Date:Dec 22, 2002
Words:1009
Previous Article:Michael Vena, ed. Luigi Chiarelli. La maschera e il volto.
Next Article:T. Marin e S. Magnelli. Progetto Italiano 3. Corso di lingua e civilta italiana (livello medio-avanzato).

Terms of use | Privacy policy | Copyright © 2019 Farlex, Inc. | Feedback | For webmasters